Benessere Nonni

È nato un nuovo servizio Zerocento: Benessere Nonni professionalità e flessibilità per dare un sollievo ad anziani e familiari.

“La persona al centro di tutto” e anche questa volta, questa nuova storia inizia così: al fianco delle persone, quelle nell’età più fragile.

Dal 15.11.2017 è infatti attivo il servizio Benessere Nonni, promosso dalla Cooperativa Sociale Zerocento con l’intento di proporre una serie di soluzioni che diano risposta alle molteplici esigenze delle famiglie, degli anziani e delle persone più fragili: offre servizi di  assistenza non solo nei casi di non autosufficienza, ma anche in quei servizi che consentono alla persona assistita di continuare ad essere protagonista attiva nella società attraverso la loro parola, l’affetto e la compagnia che sono in grado di trasmettere.

Benessere Nonni è un servizio domiciliare privato promosso su tutta la provincia di Ravenna. La sua innovativa organizzazione prevede l’acquisto da parte delle famiglie di Pacchetti Cura per avere un’assistenza maggiormente flessibile e personalizzata che si adatti a tutte le esigenze dell’anziano. In questo modo si potranno offrire prestazioni finalizzate al soddisfacimento dei bisogni primari, al decoroso permanere nella propria abitazione, all’informazione, alla socializzazione, all’accompagnamento e all’integrazione socio-sanitaria.

Gli interventi domiciliari aiuteranno l’anziano o l’adulto con disabilità nella sua quotidianità: dalla cura igienica personale all’aiuto nella deambulazione, dalla spesa all’aiuto nella preparazione dei pasti, dall’aiuto della gestione delle pratiche burocratiche all’accompagnamento nei luoghi di socializzazione, dal riordino e alla pulizia della casa.

Questo servizio offre inoltre la possibilità alle famiglie che sono quotidianamente impegnate nell’assistenza a persone in difficoltà (i cosiddetti caregiver) di avere dei momenti di aiuto e di sollievo dell’impegno da parte di personale formato e specializzato.

Come recentemente raccontato dal professor Marco Trabucchi, medico psichiatra e presidente dell’Associazione nazionale di psicogeriatria e impegnato da anni nel supporto delle famiglie che curano i malati in casa “Oggi la solitudine e la sofferenza dei caregiver è drammatica. Perché le famiglie sono più piccole, più anziane, con un solo genitore o un solo figlio, e il peso dell’assistenza ricade tutto sulle spalle di un’unica persona”.

Per ulteriori informazioni www.benesserenonni.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *